Il Settimo Sigillo (scena finale)

di paoloap

Ingmar-Bergman-The-seventh-seal-e1370968875998

ANTONIUS: Dall’oscurità che tutti ci attornia mi rivolgo a te, o signore Iddio. Abbi misericordia, che siamo inetti, e sgomenti, e ignari.
JÖNS: Nell’oscurità in cui dite che siamo avvolti, e probabilmente è proprio così, non c’è nessuno che ascolti i vostri lamenti o lenisca le vostre sofferenze. Asciugate le lacrime e specchiatevi nella vostra indifferenza.
ANTONIUS: Dio, tu che in qualche luogo esisti, che devi certamente esistere, abbi misericordia di noi.
JÖNS: Forse avrei potuto liberarvi da questa angoscia dell’eternità che vi tormenta. Ma ormai è troppo tardi per insegnarvi la gioia smisurata di una mano che si muove e di un cuore che pulsa.
KARIN: Silenzio. Silenzio…
JÖNS: Sì. Farò silenzio, ma mi ribello.